‘Cassandra al matrimonio’ di Dorothy Baker

casss

Titolo: Cassandra al matrimonio
Titolo originale:
 Cassandra at the Wedding
Autore: Dorothy Baker
Traduttore: Stefano Tummolini
Editore: Fazi
Data di uscita: 2014. Prima edizione americana, 1962.
Prezzo:   € 16, 50 euro
Genere: Romanzo
Pagine: 274 p

Cassandra Edwards, laureanda alla prestigiosa università di Berkley, torna a casa dei suoi genitori per il matrimonio della sorella gemella Judith. Brillante, ironica, e con i nervi a pezzi, la protagonista di questo bellissimo romanzo giunge al ranch di famiglia turbata dall’ idea delle nozze e dalla possibilità di perdere non solo sua sorella, ma una parte di se stessa. La Nostra, credendo di non poter vivere condividendo Judith con un’altra persona, decide quindi di impedire, ad ogni costo, l’imminente matrimonio con un giovane dottore di buona famiglia, Jack Finch.

Come biasimarla? Cassandra ha vissuto la sua vita in una famiglia di intellettuali, con un padre che adorava le sue figlie; le due sorelle sono  cresciute in una cerchia chiusa e privilegiata di persone che hanno educato i figli facendogli credere che non avrebbero mai avuto bisogno del mondo esterno, che l’intelligenza le avrebbe salvate sempre rendendole diverse, migliori. Cassandra è una giovane donna complessa, emancipata, con la fragilità di nervi tipica dell’era moderna, la sua personalità è ancora in divenire e legata in modo morboso a Judith.
Con una voce straordinariamente fluida, Dorothy Baker narra la ricerca di identità avvalendosi di una prosa densa di emozioni e di ironia, ponendoci davanti a questioni fondamentali: Come affronterò le cose che cambiano? Quali sono i motivi per cui vale la pena vivere? Come andrò avanti?
Invece di affrontare la separazione dalla sorella, Cassandra tenta di controllare, dominare il loro rapporto e di indurla a non sposarsi, ristabilendo quel legame forte che un tempo le aveva rese una cosa sola – le due erano praticamentecass2 inseparabili, prima che Judith si trasferisse a New York e si fidanzasse.

Judith è indipendente ed equilibrata, mentre Cassandra è disturbata, innamorata di Judith a tal punto da non poter sopportare che si sposi e fragile. Ma perché le due sorelle sono così diverse? Quale influenza ha avuto la famiglia sul loro sviluppo?
Dorothy Baker riesce a dipingere splendidamente la figura di Cassandra, il suo lato oscuro, manipolatore, lasciando la narrazione a sua sorella Judith: «C’è solo una cosa che potrebbe aiutarla, anzi perfino salvarla. Solo se io andassi in frantumi con lei». Attraverso gli occhi della gemella scopriremo di più sulle relazioni di Cassandra con le altre donne, sul suo affascinante lato inquieto e indomabile.

Dorothy Baker ha descritto perfettamente i meccanismi familiari e le conseguenze che si ripercuotono sui figli; ha creato dei personaggi affascinanti –Dorothy e Judith – di cui amiamo i pregi, i difetti e le insicurezze perché ci aiutano a far luce sui misteri del cuore umano, sulle Cose che muovono le nostre azioni.
Uscito nel 1962, Cassandra al matrimonio è un libro intenso e moderno tradotto meravigliosamente da Stefano Tummolini e con un’ imperdibile postfazione di Peter Cameron.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in romanzo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...